Agevolazioni fiscali

Agevolazioni Fiscali e Contributi

Esiste per i nostri Clienti la possibilità di accedere a detrazioni fiscali fino al 36% della spesa sostenuta e ai contributi a fondo perduto secondo quanto previsto dalla Legge nº 13/89 relativa all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Detrazioni dall’Irpef

E’ possibile detrarre dall’Irpef:

  1. 36% della spesa sostenuta ai sensi della legge 449/97
  2. 19% della spesa sostenuta ai sensi dell’articolo 13 BIS del T.U.I.R.

Può usufruire della detrazione del 36% qualsiasi contribuente che possieda o detenga l’immobile interessato e che si faccia carico della spesa del montascale.
N.B. Non è necessario esibire nessuna documentazione medica per accedere a tale detrazione.
Per poter usufruire di tale detrazione, è necessario fare domanda (prima dell’installazione) compilando un apposito modulo (Mod.L.449/97), e spedirlo tramite raccomandata, al Centro di Servizio delle Imposte Dirette, allegando:

  • Dati catastali dell’immobile;
  • Data inizio lavori e descrizione degli stessi (N.B. per l’installazione di un Montascale Acorn non sono necessari permessi o autorizzazioni edilizie);
  • Fotocopia del bollettino di pagamento dell’ICI;
  • Autorizzazione condominiale nel caso in cui il montascale debba essere installato in un condominio;
  • Autorizzazione del proprietario nel caso di un immobile in affitto o commodato.

La detrazione deve essere ripartita in parti uguali in 5 o 10 anni.

Può usufruire della detrazione del 19% qualsiasi contribuente rientrante nella categoria delle persone disabili che presentino “minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa, tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione”.
E’ necessario presentare apposita documentazione medica che dimostri l’appartenenza del contribuente alla suddetta categoria.
Per la detrazione del 19% non è necessario fare alcuna domanda. La procedura è infatti analoga a quella per le spese mediche. Occorre semplicemente detrarre la spesa e conservare le relative fatture.

Per accedere alle detrazioni è necessario eseguire il pagamento esclusivamente tramite bonifico bancario dove devono essere indicate:

  • La causale del versamento;
  • Codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • Il numero di partita IVA del destinatario del bonifico.

Le due detrazioni possono essere cumulate: una volta detratto il 36%, è infatti possibile detrarre un ulteriore 19% dalla spesa restante.

Per maggiori informazioni La preghiamo di cliccare il link qui sotto: avrà accesso alla GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER DISABILI dell'Agenzia delle Entrate. All'interno della Guida presti attenzione alle pagine 19 - 20, par. 4 e 6.

Oppure può sempre cliccare qui sotto su di un altro link dell'Agenzia delle Entrate , dove troverà invece L'INDICE ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER DISABILI.

Contributo Pubblico

La legge 13/89 prevede la possibilità di accedere ai contributi a fondo perduto stanziati annualmente per “l’eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati”.
Possono beneficiare del contributo i portatori di menomazioni funzionali permanenti e i non vedenti nonchè i condomini ove risiedano le suddette categorie di beneficiari.

Entità del contributo

Il contributo è concesso in rapporto alla spesa sostenuta e prevede una copertura uguale alla spesa sostenuta per costi fino a € 2.582,29.
Superata questa cifra, il contributo è calcolato sommando a € 2.582,28 piú il 25% della spesa restante per cifre comprese tra € 2.582,28 e € 12.911,42. Un ulteriore 5% della spesa eccedente i 12.911,42 euro.

Per ottenere il contributo, occorre presentare domanda in carta bollata da €10,33 al Sindaco del Comune in cui si trova l’immobile nel quale si intende installare il montascale entro il 1º di Marzo di ogni anno e prima dell’installazione.
Alla domanda occorre allegare:

  • Preventivo della spesa prevista;
  • Descrizione dei lavori;
  • Certificato medico comprovante l'handicap.

Le domande che per mancanza di fondi siano insoddisfatte nell’anno di presentazione, vengono automaticamente tenute in considerazione per gli anni successivi.
Per ulteriori informazioni richiedete una telefonata da parte di un nostro incaricato.